venerdì 17 ottobre 2014

Le Letture di Cerrie #26 Raven Boys di Maggie Stiefvater


Buongiorno a tutti!
Oggi, come potete vedere dal titolo, vi lascio una nuova recensione. Ho letto questo libro mentre mi preparavo per l’esame di stato. Solitamente quando sono sottopressione non riesco a concentrarmi su romanzi troppo intricati, quindi avevo abbandonato momentaneamente il Trono di Spade per dedicarmi a qualcosa di più leggero.
Vi lascio al mio pensiero!
TRAMA
È la vigilia di San Marco, la notte in cui le anime dei futuri morti si mostrano alle veggenti di Henrietta, Virginia. Blue, nata e cresciuta in una famiglia di sensitive, vede per la prima volta uno spirito e capisce che la profezia sta per compiersi: è lui il ragazzo di cui s'innamorerà e che è destinata a uccidere. Il suo nome è Gansey ed è uno dei ricchi studenti della Aglionby, prestigiosa scuola privata di Henrietta i cui studenti sono conosciuti come Raven Boys, i Ragazzi Corvo, per via dello stemma della scuola, e noti per essere portatori di guai. Blue si è sempre tenuta alla larga da loro, ma quando Gansey si presenta alla sua porta in cerca di aiuto, pur riconoscendolo come il ragazzo del destino non può voltargli le spalle. Insieme ad alcuni compagni, Gansey è da molto tempo sulle tracce della salma di Glendower, mitico re gallese il cui corpo è stato trafugato oltreoceano secoli prima e sepolto lungo la "linea di prateria" che attraversa Henrietta. La missione di Gansey non riguarda solo un'antica leggenda, ma è misteriosamente legata alla sua stessa vita. Blue decide di aiutare Gansey nella sua ricerca, lasciandosi coinvolgere in un'avventura che la porterà molto più lontano del previsto.

RECENSIONE

Adam provò una fitta familiare. Non gelosia, solo brama. Un giorno, avrebbe avuto abbastanza soldi da permettersi un posto come quello. Un posto che parlasse di lui, di com’era dentro.

Non so esattamente bene come fare per iniziare a parlarvi di questo libro. Forse la maggior parte di voi l’avrà già letto, quindi sa di cosa sto parlando. È a conoscenza del senso di smarrimento che ti lascia dentro una volta terminata la lettura. Come se tu e quei ragazzi corvo foste migliori amici da sempre e il doversi dire addio (per fortuna momentaneo) sia uno strappo al cuore.
Ho deciso di intraprenderne la lettura dopo aver visto qualche video di una booktuber italiana che ne era rimasta piacevolmente colpita. In un periodo in cui lo studio è stato il mio migliore amico e il tavolino della biblioteca era diventato la mia nuova residenza, la lettura di libri pesantucci era stata bandita dal mio regno (e con essa ogni mio buon proposito di terminare la lettura de Il trono di spade. Non disperate amici, prima o poi ce la farò).
Questo libro narra le vicende di quattro ragazzi e una ragazza. Gansey, Ronan, Adam, Noah e Blue.
Gansey è sempre stato ossessionato da Glendower, un re gallese che si presuppone sia sepolto lungo la linea di prateria che attraversa Henrietta.
Insieme agli altri quattro intraprenderà delle ricerche per cercare di far luce sul mistero che aleggia attorno a quel re misterioso e al suo luogo di sepoltura.
Blue. Blue appartiene ad una famiglia di chiaroveggenti, ma non ne ha ereditato il dono; tuttavia è in grado di amplificare i loro poteri psichici. Fin da piccola le è stato ripetuto che ucciderà il suo vero amore con un bacio. Durante la notte si San Marco, Blue riesce a vedere, con i propri occhi, uno spirito. Un ragazzo con una felpa della Aglionby. Due sono i motivi che Neeve, una parente chiaroveggente, ci fornisce: o lui è il suo vero amore o lei sarà provocherà la sua morte in un modo o nell’altro.
Insieme agli altri ragazzi scoprirà che niente è come sembra, che la magia esiste e può addirittura modificare lo scorrere del tempo.
Ho impiegato qualche tempo ad adattarmi allo stile della Stiefvater. Introduce molti personaggi in un colpo solo e all’inizio facevo fatica a distinguere chi era uno e chi era l’altro. Ho dato la colpa anche alla mia mancanza di concentrazione durante la lettura, che mi costringeva a ripercorrere, spesso e volentieri, lo stesso passo per almeno due volte, prima di comprenderne il vero senso.
Comunque sia, alla fine mi sono abituata e sono riuscita a seguire molto bene il filo della storia.
L’argomento affrontato è davvero originale e molto ben strutturato. Ha inserito nelle vicende anche storie e leggende irlandesi e questo fatto ha reso il romanzo ancora più apprezzabile e più vicino alla realtà. Sembra davvero che possa esistere una Linea di Prateria con poteri sovrannaturali. Questo è favorito anche dal personaggio di Gansey che, a mio parere, si mostra come uno scienziato fanatico di eventi fuori dal comune: possiede addirittura un diario in cui annota tutto quello che scopre per non dimenticarsi nemmeno un particolare.
Le ambientazioni sono spettacolari. Sono ben descritte e molto ben strutturate, soprattutto quelle riguardanti i boschi. Sembra davvero spruzzino magia da ogni angolo.
Io sono rimasta incantata da questi luoghi, tanto da voler andare alla ricerca di un posto del genere anche qui al mio paese per potermici rifugiare.
Il finale. Fa venire una voglia matta di proseguire la lettura! Fortuna che a breve dovrebbe uscire il nuovo volume in italiano. Spero di non attendere troppo prima di riuscire a leggerlo!

★★★★
- Exceeds Expectations
Ho assegnato a questo romanzo 4 stelline, la trama è davvero avvincente è accattivante, anche se mi è sembrata un po’ lenta all’inizio. Ma forse era solo per colpa mia che non riuscivo ad amalgamarmi per bene all’interno delle vicende.
Se non l’avete ancora fatto, procuratevi questo libro. Sicuramente non ne sarete delusi!
E con questo è tutto!
Alla prossima,
con affetto,

C.

12 commenti:

  1. Ciaoooo!!!
    abbiamo una cosa in comune ... io sotto pressioneee leggo come una mattaaaaaaaaaaaaa.... e Raven Boys è una di quelle letture che ti regalano mille emozioni... ho dato lo stesso voto quando l'avevo letto sono innamoratissima di Gansey, anche se mi disp troppo per Adam, quindi ero combatutta ... ma Ronan è il personaggio meglio costruito .... scontroso ma di animo gentile un contrasto vivente XD ( anche se non esiste XD) è il tuo primo libro della Stiefvater?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Siiiii è il mio primo libro della Stiefvater e mi è davvero piaciuto! Il mio personaggio preferito credo sia Adam.. E Ronan ovviamente..

      Elimina
  2. Ciao Cerrie :D Io devo ancora leggerlo, infatti per decidermi mi sono iscritta a un GDL... sono proprio curiosa di conoscere lo stile dell Stievfater!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. hai fatto bene ad iscriverti! secondo me ti cattura!

      Elimina
  3. Bella recensione!
    Della Stiefvater ho letto qualche anno fa la serie di Mercy Falls e mi era piaciuta tantissimo, una delle mie preferite dei tempi :3
    Di questa serie, invece, sento ovunque pareri super positivi, ma di fatto ancora l'ho iniziata xD Prima o poi mi decido, anche perché credo che sarà una bella lettura *_*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si è stata davvero una lettura interessante! Io l'altra serie della Stiefvater non l'ho letta..

      Elimina
  4. Aw non vedo l'ora di leggere questo libro! Ce l'ho e lo inizierò al più presto, spero, anche perché voglio essere pronta per la pubblicazione italiana del secondo!
    Della Stiefvater ho letto solo un altro romanzo, La corsa delle onde, che ho amato con tutta me stessa, perciò non vedo l'ora di leggere qualcos'altro di suo!! *-*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ho letto la trama de La corsa delle onde e non mi ha attirato granché.. Forse xk sono un po' allergica alle storie d'amore! XD

      Elimina
  5. Ciao Cerrie :3 anche a me è piaciuto molto e non è colpa della tua stanchezza, ma l'inizio anch'io l'ho trovato confuso e un po' noiosetto..fortunatamente dopo un paio di capitoli la storia diventa più avvincente ^^ non vedo l'ora di leggere il secondo volume :3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A allora non era colpa mia e della mancanza di concentrazione! xD menomale!
      anche io non vedo l'ora di leggere il secondo volume! a Novembre ci sono un sacco di uscite interessanti!

      Elimina
  6. Della stessa autrice volevo leggere shiver perchè mi ispirava mentre devo dire che rave Boys non mi attira >.< nonostante la tua sia una recensione bellissima

    RispondiElimina
    Risposte
    1. shiver è sui lupi mannari giusto!? ne sento parlare da parecchio ma non mi ha mai ispirata.. forse è il caso di andare a leggere la trama!

      Elimina